“Fior di Carota” orti aperti

Gli ORTI APERTI Fior di Carota nascono ufficialmente nel giugno del 2013 a San Leo, nella prima periferia rurale della città di Arezzo con il Progetto “R.E.L.I.” finanziato da un Bando emesso dal Dipartimento Nazionale Politiche Antidroghe. L’esperienza vede la partecipazione attiva delle cooperative sociali di tipo B “La Tappa” e “Futura”, del Dipartimento Dipendenze della USL 8 di Arezzo e dell’associazione di volontariato Camminando S’Apre Cammino. La prerogativa principale del progetto è quella di creare un centro di accoglienza per persone in attività formativa e lavorativa in ambito agricolo e vivaistico Questa attività si realizza essenzialmente proponendo tre servizi: “orti in affitto”, vendita diretta di ortaggi e piantine in vaso, fattoria didattica per le scuole dell’infanzia e primarie.

Preparazione di “Orti in affitto”. È l’attività che maggiormente caratterizza l’esperienza e consiste nel predisporre piccole porzioni di terreno, lavorandolo in maniera esclusivamente naturale (senza additivi chimici di nessun tipo) al fine per realizzare 40 orti familiari pronti per la raccolta. Affittare un orto significa poter raccogliere quando si vuole la verdura prodotta nel proprio orto e coltivata dagli operatori-ortolani. Ogni singolo orto viene gestito come facevano i nostri nonni: si produce ogni ortaggio a partire dal seme (cercando dove possibile di preservare gli stessi semi), la meccanizzazione è ridotta al minimo (la zappa è lo strumento principe) e le concimazioni sono di origine organica. In ultimo la produzione di ogni appezzamento può essere concordata totalmente con il cliente che “compone” il proprio orto scegliendo le coltivazioni che preferisce.

Fattoria didattica per le scuole. Percorsi esplorativi e formativi per conoscere l’intero ciclo vitale di una pianta alimentare e gli animali storici dei nostri cortili! A tale scopo sono stati realizzati recinti e costruzioni in legno dove attualmente alloggiano animali di bassa corte come una coppia di oche, una di anatra, un gruppo di galline, una coniglia ed una capretta.

Vivaio e produzione di ortaggi per la vendita diretta. Oltre alla produzione di ortive, in un area dedicata della serra riproduciamo piante aromatiche e ornamentali. Inoltre abbiamo destinato un campo intero alla coltivazione di ortaggi che vengono raccolti al momento della richiesta per la vendita a km zero. Con questo tipo di coltivazioni attualmente riforniamo anche un gruppo d’acquisto locale, un centro cottura per la ristorazione scolastica e un biobar nel centro della città.

Agli ORTI APERTI Fior di Carota si costruiscono molteplici dinamiche virtuose. Sul versante sociale, ad esempio, il lavoro negli orti in affitto promuove l’interazione tra comuni cittadini che prendono un orto in affitto e cittadini che stanno cercando di prendersi o riprendersi un ruolo nella comunità locale offrendo il proprio lavoro ed acquisendo al contempo competenze tecniche e sociali. L’interazione positiva si verifica anche tra gli affittuari stessi (oltre 50 famiglie!) che vengono coinvolti come veri e propri partner del progetto. Questi, ricevendo in cambio verdura fresca e genuina, non solo contribuiscono economicamente ma scambiano idee che vanno dalla gestione generale alla condivisione di ricette per non rischiare la “solita zuppa” o per apprezzare parti di pianta comunemente non utilizzate!

Nella sua cornice più ampia preme evidenziare che il progetto mira e riaccostare sia le persone che vi lavorano che i clienti affittuari/sostenitori ad una maggiore consapevolezza dei ritmi e delle ricchezze della natura. Questo contribuisce a ritrovare quel benessere personale e interiore che solo il contatto (anche minimo) con la natura può dare.

Per saperne di più visita il sito www.fiordicarota.it

“FIOR DI CAROTA” ORTI APERTI